New PDF release: ACAB

By Carlo Bonini

ISBN-10: 8806194690

ISBN-13: 9788806194697

"ACAB". All police officers Are Bastards. Il chorus di un celebre motivo dermis anni Settanta diventa richiamo universale alla guerra nelle città, nelle strade. Michelangelo, "Drago" e "lo Sciatto" sono tre "celerini bastardi". Sono odiati e hanno imparato a odiare. Basta leggere l'impressionante e inedita chat del loro reparto consistent with capirlo. Cresciuti nel culto della destra fascista, si scoprono disillusi al termine di una parabola di violenza che è l. a. loro "educazione sentimentale". Nella narrazione di Bonini si svela, attraverso l'occhio e il linguaggio degli "sbirri" e una lunga inchiesta sul campo, los angeles trama occulta dei più sconcertanti episodi di violenza urbana accaduti in Italia negli ultimi due anni. Che collega in un ritmo serrato e una scrittura emozionante episodi accaduti in tempi e luoghi diversi come l'assalto militare degli ultras a una caserma di Roma e los angeles caccia al romeno nelle periferie, i Cpt in step with immigrati clandestini e gli scontri della discarica di Pianura. los angeles catena dell'odio e delle impunità.

Show description

Read or Download ACAB PDF

Best italian_1 books

Extra resources for ACAB

Sample text

Mi ha fatto schifo vedere tutte queste cose. Purtroppo, nel bene o nel male, le immagini non mentono. Se poi mi dici che eravamo oggetto di attacchi anche peggiori, posso pure darti ragione. Ma, per Dio, noi indossavamo la divisa. Se ci abbassiamo alla sporcizia della quale dobbiamo fare pulizia (per usare la tua metafora), finisce che ci confondiamo in essa e finiamo per diventare sporcizia noi stessi. Perché la vita è un brivido che vola via, e tutto un equilibrio sopra la follia. D. DA REGGIO CALABRIA a pensiamo esattamente allo stesso modo, S.

Al centro, un maxischermo da quarantadue pollici appoggiato sul pavimento di linoleum e un divanetto sfibrato fin nell'ultima molla. – Che prendi, Drago? – Due tramezzini e un succo di albicocca. – Salute... Rientri ora? – Attacco. La ragazza del banco non andò oltre. Aveva capito che non era aria. Il sapore del tonno e dei carciofini aveva peggiorato il suo umore e l'uovo e il salame che lo guardavano da un piattino non promettevano meglio. Il bar era deserto, anche se all'altro capo della sala gli sembrò di riconoscere una faccia amica.

Firmavi e aspettavi ai mezzi. Il servizio al Centro di permanenza temporanea di Ponte Galeria lo conosceva a memoria. Era come andare a marchiare del bestiame. Ti presentavi tutto bardato, mollavi qualche sganassone a chi non si dimostrava mansueto e ti caricavi sui mezzi una bella saccocciata di clandestini due volte sfigati. Perché erano stati presi. Perché erano nati in un paese che ne accettava il rimpatrio via aereo o via nave. «Ce ne sono da portare via una settantina», avevano detto. E salendo con gli altri sui Ducato, si era sentito anche un po' ridicolo.

Download PDF sample

ACAB by Carlo Bonini


by James
4.1

Rated 4.11 of 5 – based on 7 votes